Frontpage | Basket | Order | News | Special offers | Terms | Profile | Email | Film Streaming
Show basket
0 Product(s) in basket  Total 0,00 DKK
Search:
 


Write a word from
PRODUCTS
Product info Book - PIETRE D'ACQUA - Taccuino di un'attrice dell'Odin Teatret - Italian NEW edizioni di pagina
  In stock 
Product name Book - PIETRE D'ACQUA - Taccuino di un'attrice dell'Odin Teatret - Italian NEW edizioni di pagina
Product number 5118
Delivery number
Weight 500 Gram

In Italian. Edizioni di Pagina, Bari 2016. 199 pages, illus.

visioniate /5
Julia Varley, attrice storica dell'Odin Teatret dove è entrata nel 1976, si racconta e ci racconta la sua esperienza, mostrandoci il suo modo integrale di vivere il teatro.

Julia Varley attrice storica dell'Odin Teatret dove é entrata nel 1976, si racconta e ci racconta la sua esperienza, facendoci vivere il suo modo itale di vivere il teatro.

-Sento l'obbligo di mettere per iscritto alcune tracce della mia esperienza sperando che le mie parole non risultino saccenti o diano sicurezze e ',eritá definitive. Vorrei accontentare coloro che mi hanno chiesto di scrivere pur consapevole di non essere in grado di abbattere la barriera tra realtá e testo. (...) So che non si puó insegnare, solo imparare. So che la strada é lunga e che ognuno deve tradurre e tradire ogni consiglio con una pratica personale. Mi riprometto di scrivere ricordando quello che ho spesso ripetuto nei seminari. Rimarrá sempre un residuo, qualcosa di non detto. Accetto questa responsabilitá nell'illusione che queste pagine possano essere utili a un'attrice in cerca della sua voce. Comincio a scrivere spinta dal bisogno di dialogare con il passato, di forgiare parole di orientamento e di vedere anche nomi di donne nei libri di storia del teatro: una storia che danza con una forza vuinerabile e soggettiva."

-II teatro é l'arte di far avere allucinazioni agli spettatori. All'inizio gli spettatori vedono in scena un'attrice alta o bassa, bionda o scura, robusta o snella. Ha i capelli sciolti ed é vestita di bianco: impersona Ofelia. Alla fine gli spettatori dovrebbero commuoversi per una fanciulla invasa da una follia che é finzione. Vi é differenza fra metafora e simbolo. In teatro l'arte consiste nel costruire metafore attraverso le azioni letterali dell'attrice. L'allucinazione dello spettatore avviene grazie ella metafora, non perché un'azione o un oggetto simbolizza qualcosa d'altro. Per lo spettatore, l'azione é sempre letterale. L'arte dell'attrice consiste nel trascendere questa letteralitá."

Da bambina vedevo Tate nel riflesso delle lampadine appena spente, mi applicavo a riconoscere le forme disegnate sui muri, nel cielo e serrando le palpebre. Poi ho preso a raccontare storie la notte, inseguendo le ombre e le figure che i miel occhi scorgevano nel bulo. Sapevo che non potevo fermarmi, perché cosi avrei rotto la magia. (...) Nel 1977, per Ceneri di Brecht, mi sentivo impreparata al lavoro creativo per uno spettacolo. II mio maestro di allora, Tage, mi disse che dovevo affidarmi alíe storie che intravedevo nel bulo. Ancora oggi seguo il suo consiglio."

Julia Varley


ISBN NR 978-88-7470-510-8
Book - PIETRE D\'ACQUA - Taccuino di un\'attrice dell\'Odin Teatret - Italian NEW edizioni di pagina

Price for 1 180,00 DKK (incl. VAT)

Amount
   Buy
  «-Back       Show without VAT   Tip   Print

If you have any questions feel free to call us.